Il Vigneto più Grande d’Europa

Quando si pensa al vino per noi italiani, immediatamente ci immaginiamo le bellissime Langhe Piemontesi, le dolci colline Toscane del Chianti, i pendii liguri delle Cinque Terre, il verde della Valpolicella. Zone magnifiche e incantante che però (fortunatamente) non sono Il Vigneto più Grande d’Europa. Quello si trova da un altra parte. Dove? In Montenegro. Esatto, per saperne di più, scorri quel ditino pigro e vai giù, forza, non aver paura!

La Storia Vigneto più Grande d’Europa

Questa storia è ambientata in Montenegro, precisamente in un’ampia e soleggiata zona a sud di Podgorica. Sin dai tempi antichi, greci, macedoni e romani, hanno coltivato la vite in tutta la zona balcanica. Questa zona, con i suoi suoli rocciosi a 30 chilometri dall’Adriatico, divenne la prescelta, da parte del governo Jugoslavo nel 1977, per impiantare una delle più grandi coltivazioni di vite al mondo.

L’ardua impresa ha avuto tempistiche abbastanza umane, 5 anni, con costi che si aggirano sui 60 milioni di euro.

Già negli anni ’60, ​​le aziende agricole di Podgorica, Danilovgrad e Virpazar si fusero in una sorta di consorzio unico denominato “13. jul”, divenuta oggi la macroazienda 13. Jul – Plantaže.

I Numeri del Vigneto più Grande d’Europa

Dal 1977 al 1982, vennero piantate ben 9 milioni di viti, su una superficie di ​​2,310 ettari. Ai quali vanno aggiunti 23 pozzi, fondamentali per la corretta irrigazione di un terreno così vasto. Numeri spaventosi, possibili solo grazie ad un massiccio intervento statale.

Il vigneto creatosi, è stato chiamato Ćemovsko polje, situato ad un’ altitudine che oscilla tra i 45 e 70 metri slm.

Il sottosuolo è poco variegato, ed è formato in maggioranza da calcare. Solo il 5% sono ciottoli e rocce fini.

Più del 90% della vendemmia è effettuata a mano, operazione che impiega una manodopera di oltre 2000 persone.

L’azienda madre la Plantaze, produce ogni anno 22 milioni di chili d’uva, commercializzando oltre 16 milioni di bottiglie in 40 paesi del mondo.

Le Uve del Vigneto più Grande d’Europa

In questo mega-vigneto, vengono coltivati ben 28 differenti vitigni, sia autoctoni che internazionali. La produzione ha messo il suo focus sul Vranac, un’ uva autoctona e indigena della Macedonia, del Montenegro e della Serbia. E’ ​​considerata la più importante varietà di uva in Montenegro.

L’uva produce un vino rosso secco di un gusto e un carattere unici. I grappoli sono di dimensioni medio-grandi, cilindrici e spargoli con acini dalla buccia sottile, rosso-blu o blu scura. Le bacche scure crescono su viti moderatamente vigorose e molto produttive. Essa rappresenta il 70% dell’intera superficie. 

Per quanto riguarda la lavorazione di uve a bacca bianca, il re indiscusso è il Krstač, storico rappresentante di queste terre. Il vitigno è caratterizzato dall’avere i grappolo di dimensioni piuttosto grosse, che conferiscono una forma quasi a croce.

Le varietà internazionali presenti sono le più classiche:

Uve a bacca Bianca:

  • Chardonnay
  • Sauvignon Blanc
  • Pinot Blanc

Uve a bacca Rossa:

  • Cabernet Sauvignon
  • Merlot
  • Marselan
  • Petit Verdot

Al momento in Italia, non è possibile reperire nessun prodotto di quest’azienda. Sperando presto possano arrivare, volevo ringraziare l’azienda Plantaze, per l’ottimo sito ben strutturato e completo di tutte le informazioni possibili. Anche la lingua inglese è stata un’ ottima scelta, dato che il mio serbo è un po’ arrugginito.

Se ti è piaciuto quest’articolo leggi anche:

I Migliori Siti per Comprare Vino Online

I 5 Vini più costosi del Mondo

I Migliori vini della Toscana

Spanish Window | Una Finestra sul Vino Spagnolo

Le 10 Montagne pù Alte del Mondo

Grazie per aver letto Il Vigneto più Grande d’Europa