I migliori 5 Caccia della Seconda Guerra Mondiale

Scopriamo assieme i I migliori 5 Caccia della Seconda Guerra Mondiale, gli aeroplani che hanno inciso in maniera decisiva il conflitto.Protagonisti di grandi battaglie che hanno fatto la storia.

F6F Hellcat – USA

F6F Hellcat
F6F Hellcat

L’ F6F Hellcat, entrò in servizio nel 1943 e nonostante le sorti della guerra stavano già mutando in favore degli alleati, ebbe un ruolo decisivo nel teatro del Pacifico. Le dimensioni perfette per un caccia imbarcato da portaerei, unite alla grande robustezza e all’armamento, costituito da 6 mitragliatrici Browning M2 con 2.400 colpi, lo resero un micidiale cacciatore di Zero giapponesi.

Nella famosa battaglia del tiro al piccione alle Marianne, dove i giapponesi perdettero 400 aerei e 3 portaerei, furono gli Hellcat a infliggere le perdite maggiori, surclassando i rivali nipponici.

Messerschmitt Bf 109 – Germania

Me109
Me109

Il Messerschmitt Bf 109, era l’asse portante dell’aviazione tedesca, la mitica Luftwaffe. Veloce, maneggevole e con una buona potenza di fuoco, aveva una grande picchiata. Essa era data dal motore a benzina che lo alimentava. Fondamentale nella Battaglia d’Inghilterra, quando dovette fronteggiare Hurricane e Spitfire, è stato sicuramente tra i protagonisti del secondo conflitto bellico.

P51 Mustang – USA

P51 Mustang

Il P51 Mustang entrò prepotentemente nel conflitto bellico nel dando un fondamentale apporto come scorta ai grandi bombardieri come il B-24 e il B-17 che avevano il compito di bombardare le grandi zone industriali e città tedesche.

Ebbe grande impiego nei comandi alleati anche come appoggio alla fanteria, grazie alla grande maneggevolezza, la grande veocità, robustezza e l’ottima coordinazione tra le forza di terra e quelle dell’aria.

Supermarine Spitfire – Gran Bretagna

Spitfire
Spitfire

Lo Spitfire, era assieme all’Hurricane, la spina dorsale dell’aviazione britannica, la RAF.

Piccolo, robusto e con una buona potenza fuoco, era un caccia molto amato dai piloti, che durante Battaglia d’Inghilterra, modificarono varie volte il progetto iniziale. Questi portarono le prestazioni di questo caccia al limite, ponendo una strenua difesa contro l’invasore tedesco.

Venne impiegato con successo anche in Nordafrica, divenendo una velivolo perfetto per le operazioni di difesa e scorta.

Tant’è che l’asso britannico Johnnie Johnson lo definì «il miglior caccia difensivo convenzionale della guerra»

Zero Mitsubishi A6M – Giappone

Zero
Zero

Sin dall’attacco a Pearl Harbor il 7 Dicembre 1941 lo Zero fu l’asse portante dall’aviazione giapponese.

Robusto, con un’ elevata potenza di fuoco, nei primi mesi del conflitto inflisse ingenti perdite alle forze americane, poco abituati ad avere a che fare con un velivolo così avanzato.

I piloti giapponesi, lo ritenevano ottimo, specie per le grandi velocità che poteva raggiungere.

La mancanza di risorse dell’industria bellica nipponica, face sì che i modelli successivi di Zero, non riuscissero a stare al passo dei nuovi caccia americani, cambiando le sorti del conflitto per il Giappone.

Se ti è piace la storia leggi anche:

Le 5 Migliori Corazzate della Seconda Guerra Mondiale

La Guerra del Pacifico | Il contesto storico e l’attacco a Pearl Harbor

Le 3 Battaglie che Cambiarono la Seconda Guerra Mondiale

Grazie per aver letto I migliori 5 Caccia della Seconda Guerra Mondiale